Archivio
Le recensioni dei "Quaderni"  
Le Radici di una Valle Alpina



Dario Benetti   Paul H. Stahl


..si parla di..

  • La Val Tartano

  • Antropologia storica e sociale

  • Metodologia di ricerca

  • La famiglia allargata e l’abitazione

  • Il matrimonio uxorilocale

  • Le Radici di una Valle Alpina
    Antropologia storica e sociale della Val Tartano,
    Cooperativa Editoriale Quaderni Valtellinesi

    di Dario Benetti   Paul H. Stahl

    Non si puo' leggere di sfuggita il titolo di questo libro, l’occhio vi ritorna due, tre volte per comprenderne appieno il significato.
    “Le radici di una valle alpina”. Frettolosamente si puo' pensare ad un nuovo libro sulla Valtellina. Ma la lettura continua “Antropologia storica e sociale della Val Tartano”.
    Allora non e' un libro sulla Valtellina ma solo su una zona bel delimitata, la Val Tartano. Potremmo a questo punto passare oltre e curiosare tra gli altri libri della vetrina se non ci ronzassero in testa le parole “antropologia storica e sociale”.
    Sfogliandolo scopriamo che non e' il solito testo descrittivo che puo' interessare gli abitanti della Val Tartano e qualche suo estimatore, ma che ci insegna una metodologia di ricerca applicabile anche ad altre realta': ad esempio lo studio delle vicende demografiche e' uno dei documenti piu' atti a raccontare le condizioni materiali della vita quotidiana nelle vallate alpine, in particolar modo quando la storia e' scandita non da grandi avvenimenti bellici o istituzionali ma dal “ quotidiano vissuto”.
    Scopriamo anche gli autori hanno operato, nella loro ricerca, un rovesciamento: per analizzare il rapporto natura-civilta' della montagna “l’uomo” e' diventato il punto di vista da cui sviluppare l’analisi.
    Non “ l’uomo” di Diogene, bensi' quello storico: quell’uomo che nasce, viene battezzato, cresce, si sposa e muore al di fuori della storia ufficiale, in una valle che risulta essere una delle cellule più isolate delle Alpi italiane.
    Ma molteplici sono le somiglianze e le analogie tra questa comunita' e altri nuclei non solo dell’arco alpino ma dell’Europa.
    Ed e' proprio seguendo le scansioni della vita degli individui all’interno del loro nucleo sociale ( famiglia allargata) che si riscoprono le radici di questa collettivita' montanara.
    Per i piu' frettolosi possono bastare le numerose fotografie che testimoniano un paesaggio che “ ...fino ai mutamenti conseguenti alle catastrofiche inondazioni del 1987, questo isolotto di arcaismo rimase, così, allo scarto dall’industria e dal turismo, che hanno trasformato tanto profondamente la maggior parte delle altre regioni alpine.”

    Dario Benetti architetto, si occupa da diversi anni dell’identita' culturale alpina e delle forme tradizionali di economia e di socialita'.
    E’ direttore della rivista trimestrale “ Quaderni Valtellinesi” e presidente nazionale dell’associazione ambientalista l’Umana Dimora.

    Paul H. Stah tra i tanti incarichi e' ordinario dell’Ecole des hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi; membro del Laboratorio di Antropologia Sociale, ed incaricato all’Universita' Rene' Descartes (Sorbona).
    Dal 1992 e' stato eletto membro dell’Accademia Rumena.

    back

    Ultimo Numero  |  L'archivio  |  Fotogallery  |  Abbonamenti
    Home  |  I Libri  |  News  |  Villaggio Furfulera  |  Arch. Dario Benetti  |  Contattaci

    www.quadernivaltellinesi.it   info@quadernivaltellinesi.it

    Web Design: Enrico Marchesi